Translate

venerdì 31 dicembre 2010

Capodanno 2010 Tunisia!!!

Sono cominciati i preparativi per stasera della nostra festa dello staff di viveretunisia.blogspot.com!!! Vi offriremo in diretta post sull'andamento della serata con numerose immagini. Inoltre verrà girato un video della serata che sarà pubblicato su youtube!!!!


Buona giornata, a stasera!!!

mercoledì 29 dicembre 2010

Meringhe di Natale

Ciao a tutti,

Anche se non sono un

cuoco provetto... azzardo a dare una ricetta a tutti voi... Le meringhe di natale (giuste per questo periodo di vacanze.... anche se con un po di ritardo)

Ingredienti:
(per 6 persone)
(per le meringhe) 150 g - zucchero a velo, 3 - albumi, 1 cucchiaio - limone, un pizzico - s

ale
(per la preparazione) 500 ml - panna fresc

a da montare, q.b. - sciroppo di amarene

Preparazione:
Preparate le meringhe
, avendo cura di farle piccole.

Mentre cuociono, montate la panna.Quando le meringhette sono pronte, unitene le basi utilizzando come cemento uno strato di panna montata.Spennellate le doppie meringhe con panna montata.Posatele su un vassoio da portata.Decoratele con lo sciroppo di amarene.Utilizzate la panna restante per decorare il vassoio, attorno alle meringhe, con ciuffetti.Mettete in frigorifero per tutta la notte.Togliete dal frigorifero al momento del dolce, e servite!

Se fatti bene dovrebbero assomigliare a questi :)



Tempo: 190 minuti (magari anche qualcosina di più per i meno esperti, come me)


Lo stesso articolo è stato scritto da me sul forum "ItaliaMac", a questa pagina


superate le 2000 visite!!!


Il blog è aperto da due settimane e già abbiamo superato le 2000 visite. Ringrazio tutti per averci visitato e continuate a farlo, vi proporremo sempre nuovi post interessanti che spero soddiferanno la vostra curiosità su questo fantastico paese chiamato Tunisia. Non solo fotografie, storie di vita, ma molto di più, chi ci ha seguito in queste 2 settimane di lavoro avrà constato che questo non è un blog fatto per perdere del tempo, ma costruito seriamente, dietro un idea forte, con dei valori precisi e cosa più importante, il lavoro giornaliero di molte persone.

grazie di tutto

Lo staff di Vivere in Tunisia

Sidi Bouzid

Ieri abbiamo pubblicato un post sulla notizia di ansa med la quale narra di alcuni episodi di protesta nella regione di Sidi Bouzid. Ci siamo dimenticati di farvi vedere in che zona si trova all'interno della Tunisia. Per dovere di informazione ecco a voi la cartina.


Sidi Bouzid o Sidi Bou Zid[1] è una città della Tunisia, capoluogo del governatorato omonimo.





martedì 28 dicembre 2010

Situazione complicata...



Da alcuni gorni sono scoppiate delle rivolte in tutto il paese contro il governo attuale del Presidente Ben Ali. Ecco a voi il testo integrale riprese dal sito dell'Ansa mediterraneo. 




Di Luciana Borsatti) (ANSAmed) - ROMA - Una manifestazione di giovani laureati disoccupati, dispersa a Tunisi dalla polizia, e' solo l'ultimo di una serie di episodi che hanno infiammato in questi giorni la Tunisia. Fra le cause di quest'ondata di proteste - in un Paese dove queste sono rare - un'endemica disoccupazione che non risparmia appunto i giovani laureati.

Il teatro degli scontri piu' violenti e' stata comunque la regione centro-occidentale di Sidi Bouzid. Proprio qui, a Menzel Bouzayene, e' morto venerdi' scorso un manifestante, colpito dal fuoco delle forze dell'ordine che avevano risposto per ''legittima difesa'', hanno precisato fonti ufficiali, a lanci di bottiglie incendarie. Secondo tali fonti, altri due manifestanti sono stati feriti, mentre ''gruppi di individui'' incendiavano la locomotiva di un treno, tre veicoli e lo stesso edificio della Guardia Nazionale.

Ma secondo l'ultimo resoconto di RadioKalima, il cui sito e' censurato in Tunisia, contro le migliaia di manifestanti la polizia ha fatto un ''uso sproporzionato di lacrimogeni e di proiettili veri'', uccidendo appunto il giovane Mohammed Al Amari e scatenando le reazioni piu' violente. Alla fine della giornata, precisa sul suo sito RadioKalima, una sessantina di persone sono state ricoverate negli ospedali della zona, mentre la polizia compiva retate arrestando decine di giovani accusati di aver partecipato alle manifestazioni. Altre proteste sono avvenute, secondo la stessa fonte, a Bizerte, Sfax, Kairouan, Sousse e Tunisi, mentre a Meknassi un professore sarebbe stato sottoposto a ''gravi torture'' da parte delle forze dell'ordine.

RadioKalima parla anche di intimidazioni subite da un proprio corrispondente. Ma scontri e proteste violente - documentati anche da vari video su Youtube - sono avvenute, secondo fonti sindacali citate dall'Afp, a Souk Jedid e Regueb, con migliaia di giovani che chiedevano il diritto al lavoro e hanno incendiato edifici.

A far scoppiare quest'ondata di tensioni il tentato suicidio, il 17 dicembre, di un giovane ambulante, diplomato, cui era stata confiscato la merce perche' era privo di autorizzazioni.

Disperato, questi si era dato fuoco con la benzina procurandosi gravissime ustioni, mentre cinque giorni piu' tardi un altro giovane era riuscito a togliersi la vita.

La disoccupazione dei giovani laureati arriva al 28%, ricorda l'Afp, ed e' una vera piaga per la Tunisia, il cui governo e' stato invitato a prendere provvedimenti anche dal Fondo Monetario Internazionale. Ma a fallire e' stato anche un modello di sviluppo, come rileva l'esponente dell'opposizione Rachid Khechana citato dalla stessa agenzia, che ha convogliato il 90% degli investimenti nella sola regione costiera e solo il 10% in quelle interne. E nel governatorato di Sidi Bouzid - vicino a una zona mineraria dove nel 2008 sono scoppiate proteste contro disoccupazione e caro prezzi - si vive di allevamento e commercio in nero. Questioni di cui il governo tunisino e' certo consapevole, visto che proprio giovedi' scorso vi e' stata una sessione straordinaria del consiglio regionale di Sidi Bouzid, presieduto dallo stesso ministro dello Sviluppo Mohamed Nouri Jouini. Al fine di assicurare uno sviluppo equilibrato anche delle regioni interne, come nelle intenzioni del presidente Ben Ali (ha riferito l'agenzia ufficiale Tap), e' stata annunciata una serie di progetti per lo sviluppo del governatorato. Progetti che vanno da un parco industriale allo sviluppo delle comunicazioni stradali, da un fondo di investimenti regionale ad una strategia per attrarre investimenti, fino alla creazione di un campus universitario. E per i quali sono stati stanziati un totale di 15 milioni di dinari (quasi 8 milioni di euro).(ANSAmed).







Cosa ne pensate di questa situazione? Come andrà a finire??

lunedì 27 dicembre 2010

Regate con barche tradizionali tunisine!!


Dal 2005 l'associazione sportiva Aurora organizza il giorno del 7 novembre una regata con delle barche tradizionali a vela latina tunisine denominate "Feluche" con equipaggi rigorosamente costituiti da pescatori. L'avvenimento accade nella piccola cittadina di Fedheline, 12 km di distanza da Monastir. Queste sono le immagini relative al 2008. 
Inoltre nell'aprile del 2005 presso l'isole Kerkennah, davanti la città di Sfax, la medesima associazione ha organizzato una regata internazionale con equipaggi provenienti da diversi paesi europei, Olanda, Italia, Francia e ovviamente con pescatori del luogo. All'evento hanno partecipato più di 100 imbarcazioni. Sui giorni della regata è stato pubblicato anche un libro. Maggiori dettagli verranno proposti in un futuro post su cui stiamo lavorando!!





 Immagine figlio di un pescatore di Fedheline

 Imbarcazioni alla partenza

 Ritorno verso il porticciolo di Fedheline

Manovre di ormeggio


Immagini scattate da Francesco Lo Iudice

domenica 26 dicembre 2010

Informazioni!!

Ricordo a tutti quanti i visitatori che potete scrivere alle nostre e-mail ,presenti nella sezione contatti, per qualsiasi genere di informazione riguardante la Tunisia, viaggi, posti, costi di locazione. Già abbiamo ricevuto diverse e-mails ma ci tengo a precisare che il servizio è rivolto a tutti quanti. Non esitate a scriverci, siamo qui per voi!!

Grazie
 
Paolo Lo Iudice

sabato 25 dicembre 2010

Apple e Tunisia


L'Apple, società americana nata verso la fine degli anni 70', ha avuto negli ultimi anni un BOOM nella sua espansione mondiale... Il suo boom (parlando degli ultimi 10 anni) cominciò con l'Ipod (grazie al quale gente di mezzo mondo ha cominciato a conoscere ed ad apprezzare i prodotti di questa compagnia), poi con iPhone (inizialmente diffuso solo negli Stati Uniti, ma successivamente con il modello 3G si diffuse in mezzo mondo)...

A Tunisi l'Apple fino a 3-4 anni fa ,quando nacque il primo negozio apple (non ufficiale, al Menzah 9), non era molto conosciuta... manco nel settore musicale, perché a tunisi la "pirateria" e le contraffazioni non sono reati (infatti esistono negozi, con regolare permesso, che vende Film, Musiche, Lettori MP3 tarocchi).
Negli Ultimi 2 anni l'Apple si è diffusa anche a Tunisi grazie al negozio (ufficiale) aperto nel centro commerciale GEANT, grazie al quale la gente è riuscita a conoscere i suoi prodotti... Più che i Mac a Tunisi conoscono e apprezzano l'iPhone (che nonostante non sia venduto ufficialmente nei negozi lo si trova o nei Souk o molti lo acquistano dalla Francia e se lo fanno spedire a prezzi vantaggiosi).
Tranne l'acquisto dell'iPhone a Tunisi è anche conveniente la riparazione di prodotti elettronici (di qualunque genere), a me esempio è capitato di rompere per sbaglio lo schermo del mio iPhone comprato in Italia, dove per la riparazione dello schermo (a Roma) mi avevano chiesto circa 280 euro... mentre a Tunisi (nel negozio ufficiale) con 120 Dinari (circa 64 euro) me lo hanno riparato in solo 5 giorni.

Se qualcuno di voi è interessato al acquisto di un prodotto informatico (tranne i Mac) di qualsiasi genere a Tunisi lo si può trovare con dei prezzi vantaggiosi, se si sa cercare...


lo stesso articolo è stato scritto sul forum del sito ITALIAMAC dal utente mikele92, ossia io.

giovedì 23 dicembre 2010

Auguri di Natale!

L'intero staff di viveretunisia.blogspot.com vi augura buone vacanze di natale e soprattutto di vincere molti soldi a carte e con la tombola.
Noi continuiamo a lavorare per voi, stiamo preparando un servizio sulla festa di capodanno: WORK IN PROGRESS!!!






Buona giornata a tutti!!!!

mercoledì 22 dicembre 2010

Grazie a tutti!

Dopo una settimana dall'apertura del blog abbiamo ricevuto già più di mille visite. Lo staff di viveretunisia ringrazia tutti coloro che hanno curiosato sulla nostra pagina, ciò significa che la nostra iniziativa risulta essere interessante. Continuate a venire a trovarci, anche se nel periodo natalizio non svolgeremo la nostra attività a pieno comunque saremo sempre presenti e non appena le vacanze finiranno riprenderemo a pieno regime la nostra missione. Quella di farvi scoprire la Tunisia nel migliore dei modi possibile.

Grazie ancora

Paolo Lo Iudice

lunedì 20 dicembre 2010

Ciao Mondo !!

Ciao Mondo,

onestamente non ho ben capito perché i miei amici mi hanno invitato a scrivere in questo blog... comunque assicuro (sia a voi che seguite il blog e sia ai miei amici) che qualcosa farò, per il momento ho solo iniziato a fare pubblicità al blog ma appena potrò scriverò qualcosina.

Scusate la mia maleducazione, non mi sono ancora presentato. Mi chiamo Michele, sono metà italiano e metà tunisino (mia madre è di Tunisi), ho 18 anni e tra i vari paesi in cui ho vissuto ho passato 6 anni a Tunisi. I miei interessi principali sono cinema (vedere i film, non farne), informatica, tecnologia e cazzeggiare in compagnia !!!

A Tunisi ho frequentato sia il "mondo" degli stranieri, perché frequentavo il liceo italiano, e sia il "mondo" tunisino, perché tranne nei momenti a scuola e quando uscivo con gli amici ero sempre in compagnia di parenti tunisini... questa cosa mi ha permesso di capire, forse più degli altri, come vive un tunisino a Tunisi (cosa conviene fare, cosa conviene evitare, ecc...) e mi permette di stare sempre in contatto con la Tunisia, anche quando sono lontano.

Beh... mi sa che ho detto quasi tutto quello che c'era da dire...

Alla Prossima

domenica 19 dicembre 2010

Recensione The Pub (Golden Tulip)!!!







The Pub


Posto nel residence del Golden Tulip. Verso la strada che costeggia la Marsa e Gammarth.
Composto da un ampio parcheggio con guardiano.
Il Locale si presenta bene nonostante le ridotte dimensioni, occorre andare a caccia di posti e tavolo per accomodarsi. Il servizio lascia un po’ a desiderare, meglio ordinare al bancone e pagare direttamente. Ricordarsi di conservare lo scontrino per evitare equivoci durante la serata.
Stile pub inglese in legno e lanterne con musica dal vivo rock.
Il menu comprende pizza, sandwich e ovviamente bevande a buon prezzo. Tuttavia la birra è il pezzo forte, puoi ordinare a tavolo la giraffa e servirti da te.
Il locale propone un ambiente tranquillo e pulito, mentre si ascolta musica live e si segue la partita allo schermo.
I bagni fanno desiderare altro, meglio muoversi in punta di piedi. La puzza di sigarette potrebbe dare fastidio.
Locale per: single, coppie e Gruppetti d’amici. Frequentato anche da stranieri che risiedono a Tunisi.
Sebbene lo spazio è minuto, è possibile trovare una superficie sulla quale ballare, tenendo conto di non falciare le teste con le braccia a qualche malcapitato.
Il locale comincia a sgombrare per le 02:00 mentre la musica si limita ad un assolo di chitarra.
Ideale in compagnia, per spettegolare dei frequentatori, talvolta bizzarri.






Voto: 3/5


Recensione a cura di Alessandro

Grazie a tutti!!!

Grazie di cuore da parte mia a da parte di tutto lo staff per aver visitato il nostro blog. In 3 giorni già abbiamo ricevuto più di 700 visite, anche da paesi lontani come Giordania, isole Mauritius e Stati Uniti. Continuate a seguirci in tanti e con passione, non vi deluderemo, ogni giorno saranno messi on-line dai 2 ai 5 post nuovi e da oggi apriremo la nuova rubrica " Recensione locali" curata da Alessandro Garzia e Odi Dakka.


Buona giornata a tutti


Paolo Lo Iudice

sabato 18 dicembre 2010

Fiori della Tunisia


Ecco a voi una serie di fantastiche ed entusiasmanti foto su uno dei prodotti più importanti della Tunisia, i fiori. La classe nello stile fotografico del mio collaborate Slim Ferraro ha contribuito poi a rendere queste affascinanti delizie della natura delle vere e proprie opere d'arte. Guardare per credere!!





Magliette del club africain per calcetto!!

Finalmente siamo riusciti a trovare le magliette del Club Africain per la nostra squadra. Dalla prossima settimana in poi saremo tutti in campo con la maglietta uguale e non ci confonderemo più nei passaggi. Abbiamo fatto un pò di fatica per trovarne sette tutte nel mercatino dell'Ariana ma alla fine dopo 40 minuti di ricerca ci siamo riusciti.
Ecco a voi le immagini della maglietta!!!


Cotolette al vapore di rosmarino

Non riesco a dormire ... quindi inizio con un post sulla cucina tunisina . un piatto che puo sembrare comune ma particolarmente saporito e facile da prepare .
Si parte ?

Ingredienti:

4 piccole patate

2 rametti di rosmarino

2 rametti di timo 2 cipolle

1 / 2 fascio di Prezzemolo 1 cucchiaino Harissa

1 kg di costolette di agnello

5 cl di olio d'oliva Sale Pepe

Preparazione :

Tagliare le costolette di agnello rompendo leggermente osso del manico. Mettere da parte gli scarti e le ossa per il "jus"
Sbucciate e tritate le cipolle.
Preparare gli ingredienti aromatici sbriciolando finemente timo e rosmarino (secchi ). Tritate il prezzemolo.
Condire la carne con questi ultimi Aggiungere le cipolle e mescolate. Aggiungere l'harissa e olio d'oliva. Sale e pepe.
In un "couscousier", piazzate le ossa e le rifilature agnello. Affogare a meta con acqua calda. Aggiungi nel colapasta le braciole aromatizzate. Cuocere a vapore tra i 40 ei 45 min. Quindici minuti. prima della fine della cottura, aggiungere le patate sbucciate e tagliate in quatro.
irrorare la carne con il "jus". Coprire per circa 5 min. Disporre sui piatti, costolette d'agnello e patate. Guarnire con rametto di rosmarino

E... Bon appétit ;)

Ciao a tutti ,
Beh che dire ... dovro' pur scrivere quacosa per presentarmi suppongo .
Mi chiamo Odi , ho 24 anni e NON sono italiano ^^ nel senso che sono di origine marocchina ma italiano per adozione . Vivo in tunisia da circa 6 anni ormai....Eh già , sembra ieri quando sono arrivato qua .
Come tanti italiani e stranieri , specialmente che abbiamo vissuto in europa per tanto tempo ... , ero molto contrario al venire qua, non lo ritenevo all'altezza della nostra amata "Italia" . Pregiudizi ... chi non ne ha ? é dura ammetterlo ma tutti gli abbiamo ... no ?
Fatto sta che é stata dura ... i primi mesi sono stati difficilissimi , ma poi ... poi mi sono innamorato anche di questo paese . Ormai é un po anche il mio , Grazie alle sue stranezze , molto insolite stranezze , alle persone che ci vivono calorose ed accoglienti , insomma ... non é l'italia ma ha compensato con altre cose . e sopratutto grazie alle persone che ci ho conosciuto . Se ora sono qua e non mi lamento ma canto le lodi di questo paese magico a suo modo é sopratutto grazie agli amici che hanno permesso che tutto cio sia piu facile da "digerire" . Come si suol dire ... "Pochi ma buoni " :)

Bando alle ciance , non sono qui per fare sentimentalismi ma per raccontare a voi , gentile visitatori , come noi "stranieri" vediamo la tunisia .
Io in questo blog saro' un po il jolly della situazione , affrontero' diversi argomenti , quello che capita e quello che puo interessare ( anche su richiesta) , ma mi concentrero' principalmente sulla cucina locale , a leggende e costumi , e insieme al collega nonché grande amico Alessandro Garcia affronteremo il discorso dei locali facendone recensioni e quant'altro .

Ecco questo é tutto per ora... Spero che con i miei futuri post riusciro a soddisfare la curiosità dei nostri eventuali lettori .

Con cio vi saluto e vi do il benvenuto in Tunisia . :)

Odi Dakka .

Mahdia: un mare da sogno


Mahdia (araboالمهديةal-Mahdiyya) è una città costiera della Tunisia, posta all'estremità meridionale del Golfo di Hammamet, a 205 km a sud di Tunisi. Capoluogo del governatorato omonimo, costituisce una municipalità di 45977 abitanti (2004).
Costruita all'origine su una penisola di 1400 metri di lunghezza e 500 metri di larghezza, la città è stata uno dei primi portipescherecci del paese. Col passare degli anni l'attività turistica ha pesato sempre di più sull'economia locale. Infine Mahdia è un centro terziario in sviluppo che presenta da alcuni anni un polo d'insegnamento superiore (rinomata è l'Institut d'économie et de gestion aperto nel 1999.
Se il centro storico di Mahdia è situato sulla penisola, la città moderna si è estesa verso l'entroterra, specialmente i quartieri diHibun e di Zouila.





L'economia di Mahdia è principalmente basata su:
Turismo: le sue spiagge di sabbia bianca, i suoi numerosi hotel, la sua storia e l'accoglienza dei suoi abitanti ne fanno una delle stazioni balneari più apprezzate della Tunisia. La zona turistica è situata a nord della città nel quartiere di Hibun;
Pesca: è il primo porto di pesca della Tunisia, è molto animato a certe ore, e possiede dei conservieri per il pesce il blu.
Olio d'oliva: la città si trova a est di un grande uliveto. Vengono prodotti anche paté di olive e sapone.
Tessitura e cucito;
Artigianato del legno.






Magnifica visuale del mare di notte.



Il mare al tramonto, da cartolina!!!




La famosa spiaggia con sabbia bianca di Mahdia.


Foto by Slim Ferraro


Un posto fantastico, assolutamente da visitare. Ogni anno io e il mio collaboratore Slim Ferraro ci andiamo nel mese di settembre per una settimana di puro relax!!!

giovedì 16 dicembre 2010

Sidi Bou Said: Paradiso in Terra...


Sidi Bou Said (che prende il nome da Abou Said, un santo) è una città portuale situata a una ventina di km a nord est da Tunisi. Ai tempi dei Romani e dei Cartaginesi rappresentava un ottimo luogo d osservazione grazie ai suoi fari che offrono un eccellente visuale su buona parte del golfo e quindi era tatticamente ultra vantaggiosa.
La sua particolare architettura, che unisce stile arabo e andalusiano, con i due colori dominanti: il bianco dei muri e il blu di porte e finestre, distribuendo le abitazioni diciamo un po a casaccio per vie in salita strette e tortuose, ha fatto sì che la città prendesse il nomignolo di "piccolo paradiso bianco e blu". Il cuore della città è a media altitudine, avendo il suo non poco modesto porto a livello del mare e la zona turistica in cima all altura da cui si godono straordinari panorami.




Sidi Bou Said è oltresì conosciuta grazie ai suoi famosi "cafès" come il Cafè des Nattes, particolare con la sua scalinata e il suo stile moresco, che domina la salita della zona turistica, o il Cafè des Délices, con le sue panchine che danno quasi spaventosamente sullo strapiombo e il suo panorama sul mare dal quale si domina con lo sguardo il porto e il golfo..











Inoltre troviamo a sidi bou said uno splendido souk specializzato in vendita di souvenirs locali. Nella foto sottostante sono raffigurati alcuni dei prodotti tipici della Tunisia.





Foto By Slim Ferraro



Nuovo Look!!

Scelto un nuovo look per il blog!!!!!
Spero vi piaccia rispetto al precedente. Per qualsiasi suggerimento sullo stile e l'impostazione del blog non esitate a commentare, ogni vostro aiuto e ben accetto!!

Grazie per la collaborazione


Paolo Lo Iudice

Avvistati Pinguini a Tunisi!!

Non sono veri pinguini ovviamente, ma persone imbacuccate e coperte dalla testa ai piedi, compreso me, a causa del freddo polare che si è abbattuto oggi sulla Tunisia. Non ricordo un freddo così rigido, in questo peridodo dell'anno, dal 2000. Di solito qui fa più freddo verso la fine di gennaio-inizio febbraio.
Stamattina andando al lavoro mi sono letteralmente congelato le mani. Dovrò al più presto comprarmi un paio di quanti!! Speriamo che l'alta pressione dal deserto ci salvi da questi giorni polari...





Buona giornata a tutti

mercoledì 15 dicembre 2010

Quadri Tatiana Kudriavzeva

Ecco a voi dei quadri della famosa pittrice Russa sposata con un Italiano e che attualmente vive in Tunisia. Lascio a voi commentare le immagini.




martedì 14 dicembre 2010

Attività associazione sportiva aurora

Questa è una foto della cena organizzata dall'associazione aurora per la presentazione del libro delle regata ''El miza 2005" con delle imbarcazioni a vela latina tradizionale.
Per altre attività svolte dall'aurora andare sul sito blog.asaurora.net


Foto by Slim Ferraro


Slim Ferraro : Il fotografo ufficiale

Salve a tutti! io sono Slim e mi occuperò della sezione immagini del blog...caricherò moltissime immagini della Tunisia e di "noi in Tunisia", per mostrare a voi amici e visitatori quello che questo paese ci offre ogni giorno nella speranza di invogliarvi a visitarlo e apprezzarlo di conseguenza..
sono fotografo quindi la maggior parte delle immagini saranno foto scattate da me..
buona visione :)

Sulla Tunisia

Ormai sono più di 15 anni che vivo in Tunisia, avrei molte cose da scrivere, adesso sto scrivendo anche un libro... Questo post è dedicato a coloro che vogliono lasciare un commento sulla Tunisia, su come hanno vissuto o vivono la loro permanenza in questo paese.
Questo serve soprattutto a coloro che vorranno un giorno venire in questo paese. Fidatevi non ci sono solo sabbia e cammelli...






                                                                                               Foto by Slim Ferraro


Ciao ciao

Calcetto il Lunedì

Ogni lunedì dalle 17:00 alle 18:30 si gioca presso il campo dietro a Geant, autostrada direzione biserta. Squadre 7 contro 7, siamo sempre in cerca di nuovi aderenti. Per maggiori informazioni contattare 22926039.

Inaugurazione blog

Oggi martedì 14 dicembre 2010 un nuovo blog è nato. Un blog che parla e testimonia attraverso foto, post e commenti l'attività della comunità italiana in Tunisia. Il sito è aperto a tutti gli utenti del web. Per qualsiasi  informazione contattatemi all'emai paoloiudice@gmail.com

Rimanete sempre aggiornati!!